"Parlare di Musica è come ballare di architettura" Frank Zappa

02 apr 2015

LA QUESTIONE ITALIANA: LA SCARLET RECORDS

LA NOSTRA RUBRICA DEDICATA AL METAL ITALIANO, OGGI SI ARRICCHISCE DI UNA PREZIOSA INTERVISTA CON FILIPPO BERSANI - MASTERMIND DELLA LABEL MILANESE SCARLET RECORDS

MM: A casa ho tanti cd pubblicati dalla Vostra etichetta, ma per chi non vi conosce chiederei come prima cosa un "riassunto delle puntate precedenti". Come nasce e quali obiettivi si pone?
Scarlet Records nasce nel lontano 1998 a Milano. Come molte etichette di quel periodo, praticamente senza alcun budget, si lavorava in casa e il garage ne diventava il magazzino. Le prime releases furono ristampe di vecchi dischi fino alle prime vere produzioni discografiche. Negli anni Scarlet Records ha lanciato sul mercato moltissimi gruppi italiani e non. Le prime releases di una certa importanza furono i dischi dei Necrodeath, Aborym, Terror 2000, Thy Majestie, Hatesphere, Stormlord, Cadaveria, Diabolical, The Provenance. Questi artisti ci permisero di conquistare credibilità in Italia e all'estero e ci permisero di firmare contratti di distribuzione con partner europei e americani sempre più importanti.
Ci furono in seguito le firme di contratti prestigiosi con gruppi di importanza internazionale come Agent Steel, Skyclad, Dark Moor, Revolution Renaissance, Shaman, Almah e la conferma in italia con le collaborazioni con le band piu importanti come Labyrinth, Vision Divine, Extrema, Bulldozer, DGM, Secret Sphere, Sadist, Eldritch.
La storia piu recente è la collaborazioni con Royal Hunt, Tesla, Mpire Of Evil (ex-Venom), Angels Of Babylon, Tigertailz, Band Of Spice e del lancio di nuove promettenti bands come Whyzdom, Evenoire, Game Over, Temperance, Furor Gallico, Astra, Noveria, Wind Rose e Hell In The Club.
Insomma ridendo e scherzando siamo quasi a 300 pubblicati...

MM: In Italia il fenomeno metal è sempre stato un movimento underground , lontano dalle cronache o dall'attenzione pubblica. Perché accade questo secondo te? Quante colpe sono "interne" al Metal stesso o "esterne"?
In realtà non è una musica che ci appartiene culturalmente. Noi Italiani siamo piu un pubblico da Pop e Dance, quindi per chi fa e lavora in ambito Metal in italia è tutto piu complicato. Detto questo, è sempre opportuno fare un po di autocritica, anche se fondamentalmente all'attenzione pubblica italiana, del metal non importa nulla.
Artisti italiani che hanno fatto qualcosa di importante ci sono, penso ai Lacuna Coil e i Rhapsody, etichette anche, vedi Frontiers che è ora un etichetta leader nel mondo.

MM: Quali sono le esigenze che registrate dai gruppi che vengono a proporre le loro opere? Dove pensi debbano intervenire in primo luogo gli addetti ai lavori nella musica metal?
Fondamentalmente le esigenze primarie sono tre: trovare i soldi per partire, trovare dei locali dove suonare e trovare il batterista giusto ;)
Purtroppo gli addetti ai lavori non possono fare molto... il pubblico in italia è troppo piccolo e la coperta è sempre troppo corta. In piu ci sono quasi piu band che gente che compra i dischi o che va ai concerti. La cosa triste è che le band italiane non si supportano a vicenda e questo indebolisce ancora di piu la già piccola scena

MM: Mi piacerebbe avere un vademecum delle vostre condizioni per inserire un album nella vostra discografia. Non suono, ma sono solo uditore però mi chiedo quali caratteristiche deve avere un disco della Scarlet?
Possibilmente che sia un bel disco. Che abbia una bella produzione e un artwork all'altezza. Questi dischi poi noi dobbiamo venderli, quindi è molto importante anche il periodo storico in cui escono.
Per esempio un ottimo album Nu Metal nel 2015 non avrà molte chance di riuscita commerciale, quindi per noi è molto importante anche quello che in quel momento chiede il mercato.
Capita ancora che qualche volta mi faccio "fregare" e pubblico un album che mi piace moltissimo ma so già che le vendite saranno deludenti.

MM: Parlando in generale del metal nostrano negli ultimi trent'anni . Quali cambiamenti noti e riesci a costruire una playlist degli album chiave del metal italiano?
Questi sono i dischi italiani importanti che mi vengono in mente:
1) Rhapsody "Legendary Tales"
2) Lacuna Coil "Karmacode"
3) Necrodeath "Into The Macabre"
4) Vision Divine "Stream Of Consciousness" e "A Perfect Machine"
5) Labyrinth "Return To Heaven Denied"
6) Secret Sphere "A Time Nevecome"
7) Bulldozer i primi albums
8) DGM "Momentum"
9) Elvenking "The Pagan Manifesto"
10) Disarmonia Mundi "Fragments Of D-generation"

MM: Quali pensi siano i tratti distintivi del metal tricolore? Ambiente, cultura o società italiana li ritieni elementi influenti in modo specifico o no?
I dischi italiani solitamente hanno buone canzoni ma un pessimo uso della lingua inglese. Questo forse è il piu grosso limite di molte band italiane.

MM: Nel nostro blog si parla di musica, ma come direbbe Frank Zappa: Parlare di musica è come ballare di architettura. Noi andiamo in direzione ostinata e contraria, forse anche a voi molti hanno consigliato di smettere perché le difficoltà sono troppe. Come si reagisce ai momenti di sconforto lavorativo?
Nel nostro lavoro si passa da momenti di gloria massima a momenti di profonda depressione. È importante mantenere un certo equilibrio e pensare sempre che domani tutto potrebbe cambiare.
Bisogna credere fortemente in quello che si fa, facendo scorrere le cose negative che ti possono capitare nel percorso, ma avere sempre un obiettivo chiaro da raggiungere.

MM: Come operate nella scelta di copertine o artwork dei singoli dischi? Seguite le linee guida del gruppo in questione o avete studiato una linea specifica per la label?
In genere lasciamo la scelta iniziale alla band. Se ci piace bene, altrimenti suggeriamo qualcosa di diverso. La copertina del disco è molto importante, spesso i musicisti si contrano solo sulla musica senza contare che oggi ancor di piu l'immagine della band ha un importanza notevole.

MM: In ambito musicale e lavorativo, mi devi dire almeno tre cose che ti fanno incazzare e altre tre che invece ti fanno essere fiero delle tue produzioni...
Le cose che mi rendono fiero: vedere indossate le maglie dei miei gruppi ai concerti, sentir parlar bene delle mie band, sapere che alcuni miei artisti hanno la stima di altri musicisti e addetti ai lavori, vendere un sacco di dischi ;)
Quelle che mi fanno incazzare: i ritardi, il gruppo che fa il video e lo vorrebbe pubblicato la sera stessa su youtube, il pressapochismo, le inutili polemiche, i gruppi al primo disco che si atteggiano da rockstar, quelli che sono convinti di sapere tutto e poi non sanno un cazzo, i gruppi "noi spacchiamo tutto" e poi li senti al telefono "ciao mammina... cosa hai fatto per cena?", quelli che se non rispondi all'email si prendono male.

MM: Guardando nella sfera di cristallo, richiedo infine una previsione sull'evoluzione del metal italiano. In termini di produzione, marketing, qualità ed esposizione mediatica dove andremo a finire nel prossimo futuro ?
Fare previsioni non è il mio forte. Mi piacerebbe vedere band sempre piu professionali, sempre più band riconosciute anche all'estero, una scena più pimpante con un pubblico sempre più ampio che va ai concerti e ascolta dischi.

SCARLET RECORDS / BL MUSIC SAS
Via Carpiano 2/I
20077 Melegnano (MI) - Italy
www.scarletrecords.it